Per la ricorrenza della Festa della Repubblica c’è poco da festeggiare. La situazione difficile cui stiamo vivendo e causata anche dai tagli dello Stato centrale mette in discussione ormai addirittura la gestione ordinaria dei nostri Comuni e l’erogazione dei servizi primari ed a soffrire di questa situazione sono tutti i cittadini ed in particolar modo le famiglie, gli anziani, gli studenti ed i lavoratori.
Non ci si può chiedere di osservare inerti l’assassinio del nostro territorio che sta pagando un conto salatissimo ed invitarci anche a partecipare o organizzare ricorrenze commemorative. 

Per questo – pur comprendendo l’importanza storica dell’evento – non organizzerò nè aderitò ad alcuna manifestazione celebrativa della Festa della Repubblica. 

Il Sindaco Francesco Pizzorno 

Annunci