Tag

, ,

Stronati: ringrazio l’Ufficio Ambiente per l’ottimo lavoro svolto in merito alla Call for proposal Energia Sostenibile, diversamente da quanto alcuni volevano far credere

«Circa un anno fa venne pubblicato su alcuni giornali online – fa sapere Enrico Stronati, Assessore all’Ambiente del Comune di Anguillara – un comunicato stampa con inconsistenti affermazioni e giudizi negativi sull’operato dell’Amministrazione Comunale (nello specifico sulla condotta dell’Ufficio Ambiente, ndr) in merito alla procedura per il reperimento di fondi finalizzati all’efficientamento energetico di plessi scolastici. A conclusione della vicenda, così come ebbi anche modo di affermare in Consiglio Comunale, tali affermazioni si dimostrano essere per l’appunto totalmente false, figlie evidentemente di sterile polemica politica più che di vero interesse per il paese in cui viviamo».

«Non capisco per quale motivo si tenti sempre di screditare il lavoro degli uffici, anche quando questi operano correttamente – come in questo caso – tra mille difficoltà e con una normativa in continua modificazione e piena di insidie burocratiche. Mi riferisco in particolare alla frase di suddetto comunicato in cui si affermava “… addirittura vedersi negare fondi dell’Assessorato Ambiente Regionale per l’asilo nido (164mila euro da investire in energia sostenibile) causa il mancato uso della posta certificata …”. Non ho mai dubitato dell’operato dell’Ufficio Ambiente in merito alla condotta di questa procedura che in effetti, oltre ad aver avviato regolarmente la documentazione per la partecipazione alla gara sia “brevi manu” che via PEC, ha provveduto ad inoltrare formale ricorso per una esclusione che a tutti noi appariva ingiusta. Infatti in data 3 ottobre 2014, con Determinazione Dirigenziale n. G14074, la Regione Lazio riconosceva il finanziamento al Comune di Anguillara Sabazia! Penso che occorrerebbe iniziare a parlare di “disinformazione” piuttosto che di “disamministrazione” visto che, come anche nel caso dell’acquisto degli impianti di trattamento dell’acqua, i fatti smentiscono quanto si vuole far credere».

Il finanziamento concesso dalla Regione Lazio nell’ambito del Bando sull’Energia Sostenibile pari a 164 mila euro, ha quindi consentito alla Giunta di approvare il progetto definitivo (vedi DGC n. 28 del 24/03/2015) che consentirà la realizzazione dei seguenti lavori presso l’Asilo Nido Comunale:

  1. realizzazione di coibentazione delle pareti perimetrali esterne al fine di ridurre il fabbisogno di energia primaria per la climatizzazione invernale. Tale intervento consente l’eliminazione di ponti termici e quindi delle muffe che si possono formare all’interno dei locali, soprattutto negli angoli delle stanze, ma anche un notevole aumento della sensazione di benessere. Anche nel periodo estivo si potrà percepire un buon aumento della sensazione di benessere. La realizzazione di questo intervento consentirà anche di rifinire e migliorare l’estetica esterna dell’immobile;
  2. sostituzione delle finestre e delle portefinestre con serramenti con taglio termico e gas inerte nell’intercapedine tra le due lastre. La sostituzione degli infissi aumenterà decisamente il comfort degli ambienti eliminando spifferi d’aria, la possibilità di formazione di muffe e condensa, la riduzione della percezione di freddo/caldo in prossimità delle finestre, maggior isolamento termico ed acustico nonché un elevato controllo solare grazie alla capacità filtrante delle vetrate.
Principio di funzionamento delle vetrate con taglio termico

Principio di funzionamento delle vetrate con taglio termico

«Questi sono interventi che saranno anche oggetto di Audit Energetico – conclude Stronati – e consentiranno all’immobile dell’Asilo Nido Comunale di passare dall’attuale classe energetica “G” alla classe energetica “E” con un risparmio di 69.400 kWh/anno ma soprattutto consentiranno di migliorare notevolmente la sensazione di benessere percepita dai piccoli ospiti all’interno dei locali e di ridurre l’emissione di CO2 conseguentemente alla riduzione dei consumi energetici. L’efficientamento energetico deve rappresentare uno dei pilastri su cui puntare per ridurre i costi di gestione, ridurre l’inquinamento e migliorare la salubrità degli stabili pubblici, laddove possibile ovviamente. E’ la prima volta che ad Anguillara si percorre la strada dell’efficientamento energetico di una scuola ed a mio avviso dovremmo tutti impegnarci, amministratori e tecnici, per proseguire su questa direzione partecipando a tutti i bandi di questo tipo».

In base al crono-programma degli interventi, predisposto dagli Uffici Tecnici della Regione Lazio, i lavori all’Asilo Nido Comunale saranno eseguiti durante la pausa estiva e conclusi prima dell’inizio dell’anno scolastico 2015-2016. Verrà fornita comunicazione non appena questi inizieranno.

 Assessorato All’Ambiente

Annunci